Un videogame per migliorare la vita in ufficio

L’ambiente di lavoro digitale al centro dell’incontro con i responsabili IT delle aziende emiliane nella prima tappa del Workplace Challenge.

Le aziende non si fermano mai neanche davanti alla frase “Game Over”. È stata questa la reazione dei responsabili dei sistemi informatici delle imprese emiliane di oltre 40 aziende che, mano ai pulsanti, hanno giocato con noi il 26 settembre al primo videogame esperienziale sulla vita in ufficio.

I responsabili IT delle aziende emiliane sono stati ospiti di Elmec presso lo storico archivio videoludico della Cineteca di Bologna, indossando per un giorno i panni di un “IT manager” digitale alle prese con i problemi quotidiani di un ambiente di lavoro: le stampanti non funzionano, serve un nuovo pc configurato con la rete aziendale, le licenze software non sono in regola alla vigilia di un controllo.

Il Workplace è un luogo insidioso? Partecipa ai nostri workshop a Torino e Brescia

Scopri di più

La Gamification per affrontare le problematiche IT degli ambienti di lavoro

“Davanti alla necessità di comunicare questi temi agli specialisti abbiamo pensato di ricorrere al gaming, al buon vecchio detto secondo cui giocare è imparare. Elmec fornisce soluzioni sistemistiche di alta qualità e non sempre è immediato capire quando utilizzare una soluzione, piuttosto che un’altra. The Workplace Challenge, un gioco, può dare un grande contributo a mettere a fuoco la tematica”, ha spiegato Pietro Polsinelli, game designer che ha co-realizzato il gioco.

“In una moderna organizzazione, l’efficienza della dotazione informatica incide in maniera considerevole sulla produttività”. – ha spiegato Marco Lucchina, CTO e Business Director di Elmec Informatica – Se un dipendente riesce a svolgere una miriade di compiti in un tempo minore rispetto a prima è anche grazie alla tecnologia che lo supporta in queste operazioni”.

Per i responsabili IT dell’Emilia Romagna la disponibilità del servizio e il funzionamento dei pc è la maggiore priorità (60,7%), seguita dalla sicurezza (39,3%).

L’intervista a Pietro Polsinelli su Bologna Today

Smart, agile e veloce: come cambia il Workplace

L’ambiente di lavoro è in continua evoluzione: grazie alla tecnologia si affermano nuove modalità di collaborazione tra i dipendenti, come lo smart working. Basti pensare che in tre anni la percentuale di aziende emiliane che forniscono ai propri dipendenti strumenti per lavorare in mobilità come pc portatili, smartphone e tablet è aumentata dal 48,7% al 55,3% (ISTAT). “Secondo l’ultima ricerca presentata a Los Angeles da HP, il 54% del lavoro d’ufficio si svolge ormai al di fuori delle quattro mura aziendali”, ha detto Marco Lucchina, CTO e Business Director di Elmec Informatica.

Il 35,7% delle aziende emiliane intervistate si sta già muovendo per applicare la nuova normativa sul lavoro agile, il 25% non si sente pronto a gestirla, il 17,6% è pronto a gestirla mentre il 21,4% dichiara di non conoscere questa normativa.

Marketing, Risorse Umane, Finance e il nuovo ruolo dell’IT in azienda

Oltre all’ambiente di lavoro, cambiano gli equilibri tra le diverse divisioni aziendali, come il marketing, le risorse umane o il finance che investono budget sempre più consistenti nelle nuove dotazioni tecnologiche o nei servizi: il 26% di questi interlocutori dichiara che nell’ultimo anno (Gartnerha effettuato delle spese tecnologiche che non riguardano direttamente il dipartimento IT.

Gli interlocutori in azienda che hanno maggiori richieste per il dipartimento IT secondo le aziende intervistate da Elmec sono, a pari merito, i responsabili amministrativi (Finance) e il marketing (35,7%) seguiti dalle risorse umane (28,6%).

I responsabili dei sistemi informatici, secondo quanto emerso nel corso del workshop, devono essere in grado di interpretare queste nuove esigenze e rispondere in tempi sempre più rapidi per raggiungere obiettivi di business condivisi, riuscendo allo stesso tempo ad ottimizzare i costi e a garantire la sicurezza di tutte le postazioni di lavoro, anche da remoto.

“Quando si punta sulla produttività non si guarda esclusivamente al costo di acquisto”, ha aggiunto Marco Lucchina che ha dimostrato come una soluzione in grado di individuare preventivamente le diverse problematiche IT permetta di ottimizzare risorse e di abbattere i costi nascosti delle postazioni di lavoro come quelli causati, ad esempio, da un “fermo macchine”.

Il 55% delle aziende emiliane ha dotato i dipendenti di strumenti per lo smart working

il 54% del lavoro d’ufficio si svolge ormai al di fuori delle quattro mura aziendali

Scopri di più sui Managed Workplace Services Elmec

Scopri di più sul nostro Workshop

Durante l’incontro si è parlato anche delle policy che riguardano le postazioni di lavoro e che permettono una gestione dei dati conforme al nuovo regolamento europeo (GDPR). Un aspetto da considerare se si pensa che entro il 2018 le aziende che non si adegueranno potrebbero incorrere in multe fino a 10 milioni di euro.

La gestione dei pc in azienda, come quella del software, non sono solo un grattacapo per l’IT manager, ma possono costituire anche un’opportunità, se supportate dalla giusta strategia: ottimizzare l’utilizzo delle licenze software, ad esempio, permette la “riduzione fino al 30% della spesa sugli applicativi già a partire dal primo anno”.

 

Il tour di Elmec informatica sul “Workplace Challenge” prosegue il 3 ottobre a Torino e il 6 ottobre a Brescia.